Enter your keyword

Storia

La Fondazione nasce il 7 aprile del 1995 per volere di Arnaldo Pomodoro, con lo scopo di garantire la corretta conservazione e informazione di tutte le sue opere, nonché di promuovere ricerche e momenti di confronto intorno ai temi e alle figure più rilevanti dell'avanguardia contemporanea.

Nel 1997 ottiene il riconoscimento giuridico dal Ministero dei Beni Culturali e nel 1999 si dota della sua prima sede espositiva.

Nei suoi oltre vent'anni di attività la Fondazione si è progressivamente trasformata, cambiando sede espositiva a seconda delle esigenze: dal 1999 al 2004 è una vecchia fabbrica di bulloni a Rozzano, nell'hinterland milanese; dal 2005 al 2011 una delle officine della ex acciaieria Riva&Calzoni di Via Solari 35 a Milano; dal 2013 uno spazio di via Vigevano 9, adiacente allo Studio e all'Archivio dello scultore.

La Fondazione è un luogo di conoscenza e di elaborazione dedicato ad Arnaldo Pomodoro e, nel complesso, alla pratica della scultura e dell’arte: possiede una Collezione di opere di Arnaldo Pomodoro e di altri artisti, disponibili per prestiti e comodati; cura e gestisce l'Archivio dell'artista, che ne documenta l'opera e la vita, e la realizzazione del Catalogue Raisonné online; svolge le pratiche relative al controllo delle opere e al rilascio delle autentiche, soprintendendo inoltre alla corretta conservazione e al restauro delle stesse; promuove e realizza la pubblicazione di libri e cataloghi; organizza mostre, incontri, visite guidate e laboratori.

L'attività espositiva inaugurata nel 1999, il Premio istituito nel 2006 e la Sezione didattica costituita nel 2007 sono solo alcune delle iniziative attraverso le quali la Fondazione persegue i suoi obiettivi.

 

Mission

La Fondazione nasce e opera secondo la volontà di Arnaldo Pomodoro di creare una "Casa della Scultura": un luogo aperto alla rilettura dell'arte del Novecento e alla creatività dei giovani artisti, uno spazio collettivo di esperienza viva per tutti coloro che amano l'arte.

In particolare, gli obiettivi della Fondazione sono:

  • Conservare, valorizzare e promuovere l'opera di Arnaldo Pomodoro e la Collezione della Fondazione;
  • Incoraggiare studi storico-critici sulla scultura e sull'arte contemporanea, anche attraverso la pubblicazione di libri, cataloghi e riviste;
  • Organizzare eventi e incontri nel campo della cultura, dell'arte e della letteratura, anche in collaborazione con altri enti e istituzioni, sia in Italia che all'estero;
  • Avvicinare il pubblico all'arte contemporanea con progetti didattici specifici, visite guidate e laboratori interattivi, con particolare attenzione anche ai soggetti affetti da disabilità;
  • Sostenere e promuovere il lavoro dei giovani artisti attraverso l’istituzione di un Premio, che individua figure rilevanti all’interno del panorama artistico contemporaneo;
  • Creare una rete di contatti con enti e musei nazionali e internazionali in un'ottica di condivisione d'intenti, reciproco sostegno e promozione.

 

 

Consiglio di amministrazione

  • Arnaldo Pomodoro, Presidente
  • Laura Berra
  • Bitta Leonetti
  • Beatrice Montebello
  • Carlotta Montebello
  • Luisella Polli
  • Teresa Pomodoro

Comitato Scientifico

  • Lorenzo Respi, direttore di produzione della FMAV - Fondazione Modena Arti Visive
  • Andrea Viliani, direttore generale della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee/MADRE-Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli;