Ricerca nel sito

Storia

La Fondazione nasce il 7 aprile del 1995 per volere di Arnaldo Pomodoro, con lo scopo di garantire la corretta conservazione e informazione di tutte le sue opere, nonché di promuovere ricerche e momenti di confronto intorno ai temi e alle figure più rilevanti dell'avanguardia contemporanea.

Nel 1997 ottiene il riconoscimento giuridico dal Ministero dei Beni Culturali e nel 1999 si dota della sua prima sede espositiva.

Nei suoi oltre vent'anni di attività la Fondazione si è progressivamente trasformata, cambiando sede espositiva a seconda delle esigenze: dal 1999 al 2004 è una vecchia fabbrica di bulloni a Rozzano, nell'hinterland milanese; dal 2005 al 2011 una delle officine della ex acciaieria Riva&Calzoni di Via Solari 35 a Milano; dal 2013 uno spazio di via Vigevano 9, adiacente allo Studio e all'Archivio dello scultore.

La Fondazione è un luogo di conoscenza e di elaborazione dedicato ad Arnaldo Pomodoro e, nel complesso, alla pratica della scultura e dell’arte: possiede una Collezione di opere di Arnaldo Pomodoro e di altri artisti, disponibili per prestiti e comodati; cura e gestisce l'Archivio dell'artista, che ne documenta l'opera e la vita, e la realizzazione del Catalogue Raisonné online; svolge le pratiche relative al controllo delle opere e al rilascio delle autentiche, soprintendendo inoltre alla corretta conservazione e al restauro delle stesse; promuove e realizza la pubblicazione di libri e cataloghi; organizza mostre, incontri, visite guidate e laboratori.

L'attività espositiva inaugurata nel 1999, il Premio istituito nel 2006 e la Sezione didattica costituita nel 2007 sono solo alcune delle iniziative attraverso le quali la Fondazione persegue i suoi obiettivi.

 

Mission

La Fondazione nasce e opera secondo la volontà di Arnaldo Pomodoro di creare una "Casa della Scultura": un luogo aperto alla rilettura dell'arte del Novecento e alla creatività dei giovani artisti, uno spazio collettivo di esperienza viva per tutti coloro che amano l'arte.

In particolare, gli obiettivi della Fondazione sono:

  • Conservare, valorizzare e promuovere l'opera di Arnaldo Pomodoro e la Collezione della Fondazione;
  • Incoraggiare studi storico-critici sulla scultura e sull'arte contemporanea, anche attraverso la pubblicazione di libri, cataloghi e riviste;
  • Organizzare eventi e incontri nel campo della cultura, dell'arte e della letteratura, anche in collaborazione con altri enti e istituzioni, sia in Italia che all'estero;
  • Avvicinare il pubblico all'arte contemporanea con progetti didattici specifici, visite guidate e laboratori interattivi, con particolare attenzione anche ai soggetti affetti da disabilità;
  • Sostenere e promuovere il lavoro dei giovani artisti attraverso l’istituzione di un Premio, che individua figure rilevanti all’interno del panorama artistico contemporaneo;
  • Creare una rete di contatti con enti e musei nazionali e internazionali in un'ottica di condivisione d'intenti, reciproco sostegno e promozione.

 

 

Consiglio di amministrazione

  • Arnaldo Pomodoro, Presidente
  • Laura Berra
  • Ermanno Casasco
  • Bitta Leonetti
  • Giò Marconi
  • Beatrice Montebello
  • Carlotta Montebello
  • Luisella Polli
  • Teresa Pomodoro

Comitato Scientifico

  • Luca Massimo Barbero, direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini e curatore associato della Collezione Peggy Guggenheim, Venezia
  • Lorenzo Respi, direttore di produzione della FMAV - Fondazione Modena Arti Visive
  • Andrea Viliani, direttore generale della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee/MADRE-Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli

 

Panoramica via Vigevano 9, Milano

Spazio espositivo via Vigevano 9, Milano

Esterni di via Vigevano 9, Milano

Spazio espositivo via Vigevano 9, Milano

Spazio espositivo via Solari 35, Milano

Spazio espositivo Quinto stampi, Rozzano

Città del Vaticano, Musei Vaticani

The Donald M. Kendall Sculpture Garden, Purchase, New York

Milano, Piazza Meda